Social Media Marketing
Matteo

Facebook fa schifo!

Facebook è in assoluto il social network più diffuso. Quasi tutti fanno parte di questa grande community, hanno un profilo personale dal quale condividono interessi, foto, video e molto altro ancora. 

Facebook fa schifo…..se non utilizzato nel giusto modo.

Coprendo una vasta gamma di persone, esso è un ottimo mezzo di pubblicità per raggiungere persone a cui potrebbe interessare quello che offri. C’è un “però” (ovvio che c’è, c’è sempre), anzi ce ne sono 5. Questi “però” se non tenuti in considerazione possono trasformare opportunità di business in buchi nell’acqua colossali.

Però N°1
Non in tutti i settori questa piattaforma è performante. Prima di buttarti a capofitto in questo mondo “nuovo” è necessario svolgere diverse analisi! Come in tutte le cose si inizia sempre partendo da quali sono i tuoi obiettivi, andando poi ad analizzare la situazione più generale. “Facebook è in grado di supportare il raggiungimento dei miei obiettivi? I miei competitor sono presenti? I miei competitor investono budget per pubblicizzarsi? Sono in grado di creare contenuti capaci di attirare l’attenzione dei miei possibili clienti?”…e così via. Ricordati che se prima di iniziare a fare qualcosa (su FB ma anche nella vita di tutti i giorni) non ti poni delle domande e non cerchi le risposte nella maggior parte dei casi non arriverai ai risultati sperati!

Però N°2
Gestire una pagina aziendale su Facebook è un po' come gestire un animale domestico. Ci vuole costanza, impegno e soprattutto amore! Non puoi dedicartici a saltelli, datti linee guida sulla pubblicazione, creati un piano editoriale dedicato. Per esempio decidi una frequenza precisa di pubblicazione settimanale (con giorni e orari fissi). Utilizza le pubblicazioni iniziali per vedere come il tuo pubblico di riferimento reagisce e quello che preferisce. Crea appuntamenti, rassegne, quiz, ci vuole fantasia e sperimentazione, cerca di capire come i tuoi contenuti possano essere utili ai lettori e punta su quello! Evita assolutamente di pubblicare “tanto perché devo pubblicare”, ricorda, ogni pubblicazione è utile a te e ai tuoi lettori.

Però N°3
Come dice Cesare Cremonini in una sua famosa canzone:

“Le tue parole fanno male 
Sono pungenti come spine
Sono taglienti come lame affilate[…]
Possono far male
Possono ferire”


Non solo per il buon Cesare le parole sono importanti, anche il mondo di FB la pensa come lui.
Fai attenzione ai contenuti che pubblichi, controlla sempre che non manchino di rispetto a nessuno, un “cliente virtuale” scontento è molto pericoloso, con i suoi commenti/recensioni negative potrebbe rovinare l’immagine della tua attività (e non solo online).
Attenzione anche a come si risponde! Di persone inopportune e polemiche ne è pieno il mondo, mantenete sempre la calma e rispondete senza alzare i toni della discussione, una polemica gestita nel giusto modo può essere ben vista dagl’altri utenti! 

Vi racconto un breve aneddoto su una mia esperienza passata per farvi capire quanto bisogna essere attenti quando si lavora sul web. Avevo da poco preso in gestione una pagina facebook che si occupa della vendita di prodotti caseari quindi latte, formaggi, yogurt.. Non avevo pensato al mondo nazi-vegano e mi sono trovato al centro di una polemica infinita, perché è successo questo? Perché non avevo analizzato fino in fondo il prodotto in questione e quindi nelle campagne Facebook non avevo escluso le persone con interessi verso il mondo vegano. Da quell’episodio ho imparato molto sulla cura per i piccoli dettagli, quindi fate attenzione a tutto!

Però N° 4
Le campagne Facebook devono avere una strategia precisa! La pubblicità ad un pubblico segmentato solo per interessi è utile solo nel primo periodo delle attività di sponsorizzazione. Si parte sempre da un pubblico largo e generale per arrivare a segmentare le persone che veramente possono essere interessate a quello che fai/ che vendi. Come fare? Non posso svelarvi tutto sennò poi mi rubate il posto di lavoro!

Però N°5
Oggetto di forti polemiche è la questione dei “Mi piace” alla pagina, ossia i “follower”.
Alcuni pensano che siano totalmente inutili, altri che siano utilissimi, dove sta la verità? Lo so che vi apparirà banale come risposta ma la verità sta nel mezzo! Piano piano Facebook sta riducendo la visibilità nel feed dei post delle pagine, cosa vol dire questo? Che sempre meno persone vedranno i tuoi contenuti se non li sponsorizzi. In questo senso avere tantissimi “Mi piace” alla pagina non significa che tutte le persone che ti seguono vedranno i tuoi contenuti. Avere pochissimi “Mi piace”, però d’altro canto, veicola un messaggio di “poca serietà” nel senso comune. Quindi che fare? Non posso dirvi tutto.


Questa che vi sto dando è una visione approssimativa del mondo social, se volete buttarvi a capofitto in questo ricco mondo pieno di opportunità affidatevi a dei professionisti del settore.
Non sapete a chi affidarvi? Beh noi siamo qua, contattateci e saremo felici di costruire assieme a voi una strategia per rendervi performanti anche nel mondo dei social. 

Commenti (0)

Lascia un commento
Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.
Colombo 3000 srl
Colombo 3000 srl
  • C.F. - P.IVA e Reg. Imp. Verona 04214240238
  • Capitale Sociale € 10.000 i.v. - N. REA: 402030
  • Policy Privacy
Vieni a bere un caffè
  • Via Trieste, 9/B
  • 37069 Villafranca di Verona
  • Italia
Colombo 3000 srl