Graphic Design
Sara

Il razzismo nel graphic design

In un progetto grafico come può essere un sito internet, un logo, una brochure, etc è di fondamentale importanza la scelta e l’utilizzo dei colori. Vi chiederete perché e allo stesso tempo vi sembrerà banale ma essi sono la prima cosa che i nostri occhi percepiscono e la prima cosa che ci indirizza alla scelta o meno di un prodotto.
 
Ci sono alcune “regole” da seguire se si vogliono scegliere i giusti colori:

Psicologia dei colori
I colori non veicolano di per sé significati. Ognuno di noi percepisce ed elabora i colori a seconda di personali disposizioni che dipendono da tantissimi fattori: dalle esperienze di vita pregresse, l’educazione ricevuta, le esperienze culturali, il contesto, la religione e molte altre variabili. 
La teoria che il colore rosso veicoli passione/eccitazione, il blu tristezza/freddezza, etc è solida come la possibilità che un gattino vinca al “Toto Calcio”. 
Ovviamente chi crea questo tipo informazioni lo fa per offrire schemi mentali semplici da decodificare e memorizzare, allo stesso tempo però, crea false credenze, falsi miti e dà delle visioni speculative sul mondo del graphic design in generale.
Dietro la scelta dei colori per un progetto c’è una difficile scelta strategica, dipendente dall’analisi del settore di riferimento, dei competitor e dal search intent dei possibili clienti, tutt’altro che una semplice associazione automatica colore-sensazione.
Questo significa che i colori influenzano e rinforzano il modo in cui i consumatori identificano la “personalità” del marchio a cui sono associati, non la determinano in assoluto.

Pochi colori ma buoni
Scegli 2, 3 o 4 colori al massimo e mantieni sempre quelli.
Ogni colore e ogni abbinamento ha un impatto visivo diverso. Utilizzarne troppi rischia di creare confusione e di non far arrivare il messaggio desiderato.

Prendi in considerazione il tuo target
Usando i colori giusti si ha più possibilità di attirare l’attenzione del target a cui si punta.
I colori che si utilizzeranno per rappresentare l’identità di un’industria di mobili saranno sicuramente diversi da quelli utilizzati per rappresentare uno studio legale, questo perchè il target a cui si vuole puntare è diverso. Analizza bene anche i tuoi competitor, se tutti utilizzano gli stessi colori prova a differenziarti!
Come dice il caro Seth Godin nel suo libro La mucca viola "trova l’elemento che faccia percepire qualcosa di straordinario e inatteso del tuo prodotto", d’altro canto se vi parlo di mucca viola che grande azienda e che prodotti vi vengono in mente?

Quali sono quindi i colori giusti da utilizzare?
Non ci sono colori giusti o sbagliati. Ci sono solo colori più adatti di altri, che ovviamente cambiano in base al progetto su cui stiamo lavorando. L’occhio fa la sua parte ma questo non implica che si debba optare per forza per abbinamenti banali.

Ricorda: non essere “razzista” nella scelta del colore e degli abbinamenti cromatici, non esistono colori giusti o colori sbagliati, il risultato finale dipende soprattutto dalla strategia che c’è dietro!

Volete affidarvi a degli esperti del settore? Scegliete Colombo 3000, la tua web agency di Verona
 

Commenti (0)

Lascia un commento
Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.
Colombo 3000 srl
Colombo 3000 srl
  • C.F. - P.IVA e Reg. Imp. Verona 04214240238
  • Capitale Sociale € 10.000 i.v. - N. REA: 402030
  • Policy Privacy
Vieni a bere un caffè
  • Via Trieste, 9/B
  • 37069 Villafranca di Verona
  • Italia
Colombo 3000 srl